cottura senza acqua e senza grassi - New Line 2000

Vai ai contenuti

Menu principale:

 

La cottura senza acqua e senza grassi
Grazie a questo rivoluzionario sistema di cottura, le vitamine, le proteine ed i sali minerali rimarranno all’interno dei cibi, in quanto non verranno disperse a causa dell’ebollizione dell’acqua. I cibi avranno un altro sapore e un altro colore.

 
 

VERDURE
Lavare bene le verdure e disporle ancora gocciolanti, intere o a pezzi, nella pentola fredda. Coprire e scaldare finché, posando la mano sul coperchio, si avverta un forte calore (a questo punto si é raggiunta la temperatura di funzionamento).
Dare mezzo giro al coperchio, che sembrerà galleggiare su un cuscino d’acqua, ridurre al minimo la fiamma ed attendere il tempo necessario per la cottura.
Gli aromi e gli altri ingredienti richiesti dalla ricetta, come pure il sale, possono essere messi in pentola a freddo oppure durante la cottura; ricordarsi in questo caso, poiché occorre sollevare il coperchio, l’aggiunta di due cucchiai di brodo o acqua.
FRUTTA
Viene cotta come la verdura, aggiungendo però all’inizio poco zucchero; potranno aggiungersi a piacere anche del vino rosso e delle spezie (cannella, chiodi di garofano, ecc.).



ARROSTO
Porre a scaldare la pentola vuota fino a quando alcune goccioline d’acqua lasciate cadere sul fondo si trasformeranno in minuscole perline sfuggenti. Mettere il cibo nella pentola senza preoccuparsi se si attacca sul fondo.
Dopo alcuni minuti si staccherà da solo ad un lieve tocco della forchetta: girare dall’altra parte ed attendere che sia rosolato, poi abbassare la fiamma al minimo, salare e aromatizzare a piacere, chiudere con il coperchio cui si darà mezzo giro e lasciare cuocere (per controllare la morbidezza della carne usare uno stecchino aguzzo, mai la forchetta!).
Se a cottura ultimata ci fosse troppo liquido sul fondo, levare il coperchio e far restringere il sugo a calore vivo.


IN UMIDO
Rosolare i pezzi di carne, pollame o pesce, come per gli arrosti. Prima di chiudere il coperchio, insaporire con il vino e quindi aggiungere gli ingredienti della ricetta (pomodori a pezzetti, verdure a fette sottili, erbe aromatiche, sale ecc.). Cuocere come gli arrosti.
Con un altro sistema si possono mettere nella pentola tutti gli ingredienti a freddo e procedere come per le verdure: in questo caso i pezzi di carne, pollame o pesce potranno essere leggermente infarinati.

AI FERRI
Le casseruole basse ben riscaldate fino a trasformare in perline sfuggenti le gocce d’acqua, funzionano come vere e proprie piastre per la cottura ai ferri. Ci si regolerà quindi come con le vecchie bistecchiere, senza ungere preventivamente la carne.

 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu